Vieni via con me?


Vado via perchè le chiacchiere mi hanno rotto le balle.

Resto perchè, se andassi via, quelle chiacchiere mi mancherebbero.

Vado via perchè così starò lontana da certe tentazioni.

Resto, perchè certe tentazioni mi seguirebbero anche in capo al mondo.

Vado via perchè voglio darci un taglio.

Resto, perchè si può recidere anche affrontando i problemi di petto.

Vado via perchè s’è chiusa un’epoca.

Resto, perchè voglio e merito che se ne riapra una migliore.

Pubblicità

Cose


Alla fine ho capito che certe cose le faccio soprattutto per me stessa. Anche se costano fatica.

Ho lavorato duramente per tutta la serata, e adesso, soddisfatta, mi godo la bellezza di ciò che ho davanti.

Poco fa un uomo è stato villano con me: mica per la prima volta…

Eppure sono rimasta indifferente.

Certi ricordi, oramai, sono  privi di emozione.

Ho dimenticato anche lui: il suo ricordo non mi provoca più dolore.

Forse sono sulla buona strada.

Drive


I miei pensieri sono stati pensati da milioni e milioni di persone al mondo.

Anche se mi spremessi non riuscirei a partorire un’idea una che fosse solo mia.

I ricordi, però, non me li toglierà mai nessuno.

Perchè non scrivi più?


Già: perchè non scrivo più come prima?

Avrei due o tre belle risposte pronte, ma la ragione essenziale è che una volta raccontavo ogni idiozia : ciò che avevo pensato durante il tragitto supermercato-casa, le mie reazioni ad un commento tanto poco lusinghiero quanto ingiusto, i litigi con mio figlio e quelli, più che altro sognati, con uno che mi attraversò la vita tanto tempo fa, devastandola.

Sono arrivata anche a descrivere il contenuto della mia borsa, o il carteggio telefonico con un tizio.

Poi mi sono chiesta a chi, A CHI potesse interessare tutto ciò.

E mi sono risposta: a nessuno al mondo, fuorchè al tuo piccolo ego che si compiace di piccoli bagni di autoreferenzialità.

Qualcuno crede davvero che sapere che ieri ho iniziato un lungo ciclo di fisioterapia, che poi sono andata dall’elettrauto e infine dal gommista abbia rilevanza alcuna?

Facebook non è il migliore dei mondi (virtuali), ma si consuma in fretta come un gelato in piena estate, o una scopata tanto per fare esercizio fisico.

That’s all folks. ;)

Pubblicato su zombie

Permalink 2 commenti

Qui


Si inizia ad immaginare il futuro quando fa capolino il primo abbozzo di coscienza di sè.

Da allora è tutto un imbastire ideale di scenari e situazioni che vorremmo ci comprendessero in armonia.

Generalmente son sogni bambini: la realtà ci porta presto alla resa dei conti.

Nello srotolarsi degli anni ho perso amici, amori, treni e occasioni importanti.

Non me ne cruccio più: ormai la mia vita, cioè quel che ne resta, ha pochi obiettivi. Lucidi e razionali.

A me penserò nel frattempo, fra una strategia e l’altra.

Pubblicato su bios

Permalink 1 Commento

Poche parole


Ci sono giorni in cui le parole muoiono dentro.

Giorni in cui, se fosse possibile, ci si vorrebbe solo racchiudere in se stessi come piccole lumache al riparo di una foglia.

Mio Dio, come sono caduta in basso


Ah, ah, prova.

Ieri, dopo aver scherzato sul nome di un politico italiano che non mi è nemmeno inviso come altri, ho assistito alla “manomissione” del mio account faccialibro.

Al momento continuo a non poter commentare, nemmeno sulla mia pagina (quando è successo il fattaccio ero altrove). Ho solo facoltà di cliccare su “mi piace”, di scrivere privatamente e di postare video.

Questo, quindi, è solo un tentativo, visto che avevo collegato il mio account facebook ai miei due blog morenti.

Da stamattina, se qualcuno (nella fattispecie Jo) pubblica qualcosa sulla mia bacheca ed io provo a rispondergli in privato, mi viene chiesto di verificare l’amicizia.

Tutto ciò mi pare strano e senza senso, ma penso proprio che sopravviverò. ;)

Ad maiora? Mah.

Leggende


Le coppie, le utopie, il mito della fedeltà autoimposta per mettere una pezza al fallimento del concetto di amore eterno.

Le incertezze e i dubbi, gli scheletri negli armadi, le bugie.

Questa, solo questa è vita vera.

Il resto fotoromanzi di quart’ordine.

Pubblicato su movie

Permalink 2 commenti

No trash


Sono vera: vera carne e anima di maiale, di cui non si butta via nulla.

Eppure sono stata capace di buttarmi via anche da me, con il mio stile di vita irregolare, nascosto a malapena sotto il tappeto di casa.

Il sole ed io siamo divisi dalle fessure di una tapparella abbassata: ma solo per poco.

E infine, ammesso che io sia in fine, ho compreso e metabolizzato che non bisogna piacere agli altri, ma solo a se stessi, e che tutto il resto è una nuvola di dettagli inutili.

Quando la vita…


Ancora oggi, dopo anni, mi chiedo perchè mi ostini a tenere due blog, e un profilo su facebook.

A me non importa del 90% di quelli che mi parlano, ed immagino che a loro non importi una beneamata mazza di me, e dei miei grrrrossi problemi.

D’altronde ognuno ha i suoi, no?

Sul blog ammiraglio ho scritto qualcosa che poteva essere interpretato nella maniera giusta, ma anche no.

Ho fatto spallucce: che certi altri si godano la vita alla grande a me non importa.

Non ho avuto situazioni facili sin da quando ero bambina, e adesso non ho affatto voglia di stare a rivangare cinquant’anni di contrasti e rovesci di fortuna.

Se qualcuno mi ha dato, è stato lesto a riprendersi tutto indietro: dal vile siculo al grande mangiatore di parole, nonchè ubriacone perchè ha scelto un ambiente che lo farà finire male.

Già: ma questi non son più cazzi miei.

Un appunto su chi si è permesso di ironizzare sull’altro post.

Sappia che io su certe cose non scherzo mai, e che se oggi sono ancora qui  è un miracolo.

Purtroppo.

novembre: 2010
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
persone
Please do not change this code for a perfect fonctionality of your counter persone
contatore
Image by FlamingText.com
Image by FlamingText.com