Cosa ho davanti? Non riesco più a pensare…


Caro, perchè lo sei stato,
ti prego di non entrare più nei miei sogni.
Ti prego di non darmi consigli, di non dirmi che mi vuoi bene, di non prendermi la mano.
Ti prego.
Oggi so che tutto fu un gioco: un gioco duro sulla pelle di tutti.
Non entrare di soppiatto, non venirmi incontro con i jeans e la camicia azzurra.
E non venire ad abitare nel mio condominio: cinquecento chilomentri e passa per cosa?
Per far sì che la tua bionda consorte ed io si possa far chiacchiericcio da un balcone all’altro come vecchie conoscenti?
Non ha senso, ed è anche pericoloso.
Ieri lei e Riccardo si sono sporti così tanto che ho temuto precipitassero in strada.
E sono corsa via urlando.
Poi mi sono imbattuta nel tuo corpo, all’improvviso, svoltando un angolo.
Ed eri bello.
Eri tu.
Tu con gli occhi un po’ tristi e il tuo odore.
A volte la sveglia è una benedizione divina: ti strappa all’irrealtà, anche se masticare amaro per un po’ è il viatico necessario per poter sperare in una notte meno bugiarda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

aprile: 2011
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
persone
Please do not change this code for a perfect fonctionality of your counter persone
contatore
Image by FlamingText.com
Image by FlamingText.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: