Vaghe ipotesi di futuro


Odore di risacca

spiaggia deserta

luna crescente

sul mio dispiacere

compresso

chissà dove.

Respiro

-atto involontario-

Temo

il  tornar dell’onda

che non troverà barriere

ma la mia anima

inevitabilmente esposta

ai capricci di una sorte incostante.

Momenti magici


Son viva, e a volte me ne dolgo.
Però vivo a dispetto di malattie, gesti cafoneschi, sgarberie gratuite.
Ho attraversato buona parte della mia esistenza e me stessa, terreno incolto a disposizione di predatori da due soldi.
Eppure son rimasta intonsa, forte della mia rettitudine di fondo: quella che rispedisce al mittente tutto ciò che non ha senso.

Eclipse


Non mi sono mai nascosta, e mai lo farò.

Posso decidere di eclissarmi, ma nascondersi ha una valenza negativa: vuol dire che si ha una fifa blu, o la coscienza sporca.

Adesso me ne sto acquattata in silenzio.

Non studio strategie, perchè non ho guerre da combattere.

Spero solo che l’involontario veggente non abbia avuto ragione, ma ci spero poco.

Onestamente.

Even flow


Ci vuol tanto ad essere se stessi?
Forse sì, all’inizio, cioè agli albori della coscienza.
Quando ci si mette il belletto all’anima per far contenti gli altri, per compiacerli, per dimostrare che noi, almeno noi, non deluderemo mai.
Poi certe fisime se ne vanno, più o meno lentamente, e ci tocca rimanere esattamente come siamo.

Trasfusa e felice


Un anno oggi.

A quest’ora ero già in sala operatoria, credo.

Volevo ricordarlo, ricordando a me stessa che, spesso, abbiamo solo una gran paura di aver paura.

Invece c’è sempre un nuovo inizio.

(Flò mi commentò parafrasando la canzone di Carmen Consoli. :))

Men


Pubblicato su bios

Tag:

Permalink Lascia un commento

Vitalità


Dal divano al letto, dal letto al divano: qui gatta ci cova, e sarebbe meglio se non covasse.

 

 

Giorni


Ci sono giorni in cui, a dispetto di tutto…

Giorni in cui, nonostante il passato di piombo, un presente difficile ed un futuro che promette e, forse, non manterrà…

Giorni di sole caldo e bugiardo, di orizzonti che, quando tendi la mano, si allontanano…

Giorni in cui ti dici che esistere, forse, è solo questo…

Ci sono giorni in cui, inspiegabilmente, vorresti riprendere la tua vita in mano, e tenerla stretta.

Partire, tornare


Quanto vali, e quanto valgono i tuoi sogni?
Non quelli che vivi di notte, ma ciò che costruisci durante le ore desolate che non passano mai.
Quanto valgono le tue mani?
E il colore dei capelli?
Quanto valgono le parole che conosci e usi da sempre, e quelle alle quali ti sveli, mentre esse si svelano a te?
Quanto vale un ricordo, uno talmente denso da sembrare ancora realtà?
Il bello della vita è che, passando di concerto col tempo, stravolge il nostro senso, travolgendolo.

Un giorno di sole


Inaspettato, un giorno di sole.

Un anticipo, un piccolo assaggio della primavera che verrà.

La mia mente, ed il cuore, sono lande deserte con rare forme di strana vegetazione sparsa.

Se mi muovo, sorrido, piango, faccio, è perchè sono ancora viva, malgrado ogni mia lontana previsione.

Andare avanti seguendo i binari, o i sentieri, della vita vuol dire crescere ogni giorno di più.

Imparare. Assimilare. Sopportare. Archiviare.

Forse anche provare ad essere felici.

A me basterebbe recuperare il buono che ho perso, risucchiato dagli ultimi, difficilissimi anni che mi hanno portata fin qui.

Stanca, vuota, arresa.

Pubblicato su bios

Permalink 6 commenti

Prove tecniche


Che cos’è la vita, se non un continuo cucire, adattare ed adattarsi, effettuare prove tecniche di sopravvivenza, dagli esercizi di autodifesa a quelli per imparare a preservare i propri spazi dai vampiri energetici che ci succhiano via dal cuore la serenità?
Infine si viene a patti con se stessi: via tutto ciò che fa male, che è passato e non serve più, se non ad imparare a proteggersi.
Già: vivere è questo.

Pugni chiusi


Senza che t’avessi cercato sei ricomparso in un sogno.
Accanto a casa dei miei, mi chiedevi se avessi cambiato il numero di cellulare, pronto a darmi il tuo.
Mi spiegavi che no, non sarebbe stato mai più come prima, ma che ritrovare è meglio che perdere per sempre.
E, guardandomi negli occhi, mi mettevi un bigliettino in mano.
Poi l’irruzione di mia madre, la sua reprimenda (“è un uomo sposato), la mia corsa in preda all’ira per quell’inopportuna ingerenza, passando accanto ad un gatto sventrato, senza sangue ma ancora stranamente vivo.
Correvo (dopo quanto tempo?) e vedevo la mia schiena e le gambe in fuga.
Poi mi sono svegliata, e nel pugno chiuso non c’era niente.

Pubblicato su bios

Permalink 8 commenti

Poeti, maledetti poeti


Io spero che un giorno

tu faccia la fine dei falchi,

belli alteri dominanti

l’azzurrità più vasta,

ma soli come mendicanti.

Salvatore Toma

Ps. Stamattina, in banca, ho provato l’impulso irrefrenabile di picchiare due aspiranti fighetti che mi stavano davanti, bloccando la cassa per un tempo incalcolabile. Di tanto in tanto uno dei due, a turno, si discostava un po’ per rispondere al cellulare, rigorosamente ad alta voce. Poi ridevano, chiacchieravano, distraevano il cassiere. Fossi stata più matta li avrei presi a calci in culo.

Pour parler


Fatemi comprendere: “suo figlio le darà grandi soddisfazioni” è un modo di dire generico, pour parler, di insegnanti e psicologi?

Non che sia complessivamente insoddisfatta di Riccardo: è un ragazzo molto sensibile e intelligente, caduto nelle maglie infide della depressione. Io ne sono uscita. Lui ne uscirà meglio di me per mille ragioni.

Però, ecco, che diavolo vuol dire “suo figlio le darà grandi sodisfazioni”?

Io sarei soddisfatta semplicemente di vederlo sereno, forte e sicuro.

Ripensamenti


A cosa è servito non aver voluto scegliere la fetta di torta più grande e buona?

A chi ho fatto un favore, e a chi un torto?

Spesso mi succede di maledire lo stampo rigidamente cattolico che contenne (con estrema difficoltà) la mia ribellione e le intemperanze di uno spirito inquieto.

A chi è servito il mio spirito di rinuncia? A chi lo stupido sacrificio di me stessa?

ottobre: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
persone
Please do not change this code for a perfect fonctionality of your counter persone
contatore
Image by FlamingText.com
Image by FlamingText.com